Please enable JS

Visualizza articoli per tag: architetture

INNESTI
Uno studio coreografico frutto del percorso professionale APP

INNESTI - SINOSSI -
sostantivo maschile: In botanica, l'operazione consistente nell'inserire in una pianta (detta portainnesto ) una parte di un'altra pianta (detta nesto ) di specie o varietà diversa, allo scopo di ottenere un nuovo individuo.
Il percorso di formazione e creazione fornito ai ragazzi che hanno preso parte a questo primo anno di APP, ha seguito un po' questo principio, ovvero il processo ha fornito elementi, informazioni, "semi" che hanno agito in maniera originale su ognuno di loro, al fine di far reagire il loro substrato e creare un'identità più forte e definita. Questo spettacolo incarna in maniera veritiera questo processo e ne porta quindi il nome.

 

Coreografie di Elisa Pagani, Giacomo Quarta, Michal Mualem e Giannalberto de Filippis

Danzano: Linda Vinattierii, Chiara Andreoni , Bar Shem Tov, Noa Molato, Francesca Dibiase, Bárbara Valencia Bladinieres, Sonia Cani, Elisa Asile Michela Meggiorini, Giada Grieco.

Fonderia39 - sede della Fondazione Nazionale della Danza - in via della Costituzione, 39 Reggio Emilia

Ingresso: € 9
Info biglietti: 0522 273011, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.(oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Photo by Beatrice Perticaroli

Pubblicato in News Almadanza

Dal 3 maggio inizierò un nuovo percorso mattutino di danza contemporanea con Nuvola Vandini.
Dallo spirito curioso e sensibile, sempre alla ricerca, Nuvola è danzatrice, insegnante, coreografa, artigiana del proprio mestiere...

Durante questo incontro vi inviterà ad osservare e leggere l'architettura del nostro corpo, fino a distillarne informazioni funzionali a guidarci nella ricerca di un movimento efficiente, sostenibile, leggibile.
Tessendo insieme nozioni scientifiche sul corpo in movimento ed esperienze percettive e sensoriali personali e di gruppo,
intende far emergere la potenza e la fragilità del corpo nel suo paesaggio.

La classe tesserà improvvisazione, sequenze di movimento, score individuali e di gruppo in dialogo con le necessità e il ritmo del gruppo.
Il lavoro rielabora strumenti e informazioni ordinate nel Compendio dell'Axis Syllabus, così come dal floor-work, dalla Composizione in Tempo Reale e dall' antropologia.

Per informazioni e iscrizioni potete scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare al 338 36 42 616.

Pubblicato in News Almadanza